La cucina Fusion

Fusion è un termine anglosassone che significa fusione inteso come mettere insieme, fondere. La cucina fusion sposa ingredienti di una tradizione culinaria o di una cucina, come ad esempio quella italiana, con altre per dar vita a nuove ricette, nuovi piatti, nuovi sapori.

Cos’è la cucina fusion?

Chiarito dunque cosa vuol dire cucina fusion, passiamo adesso a raccontare un po’ delle sue origini e del suo successo. Al di là dei gusti personali, attraverso questi accostamenti di piatti e sapori è possibile viaggiare restando nella stessa città: in un ristorante di Roma, Napoli, Milano (oppure Parigi e New York), infatti, troveremo nei nostri piatti l’essenza della cucina di un altra parte del mondo, geograficamente lontana ma sostanzialmente presente. La cucina fusion, dunque, ci fa mettere insieme tradizioni culinarie diverse, dando vita a menù che hanno sapori e aromi mai sperimentati prima e consentendoci così di vivere un’esperienza davvero unica.

Le ricette

Tra le principali ricette, che è possibile ripetere anche a casa, citiamo velocemente il tonno al sesamo (fondendo la tradizione italiana con quella giapponese), il curry di ceci (dove i nostri legumi si sposano con spezie indiane come curry, cumino, coriandolo e curcuma), il riso alla cantonese (partendo dalla ricetta tipica cinese e aggiungendo ortaggi freschi nostrani), fino all’ultima sperimentazione in materia, ovvero la pizza con il kebab, che si sta diffondendo anche a Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo mail non verrà pubblicato.